INPGI: col passaggio all’Inps la pensione annua sarà riparametrata su 13 mensilità

(Fonte: InpgiNotizie) Come noto, per effetto delle disposizioni di cui all’art. 1, comma 103 e seguenti, della legge 30 dicembre 2021, n. 234 (legge di Bilancio per il 2022), a decorrere dalla mensilità di luglio 2022 la funzione previdenziale svolta dall’INPGI è trasferita, limitatamente alla Gestione Sostitutiva dell’AGO, all’INPS. Pertanto, da tale data, i trattamenti pensionistici saranno erogati dall’INPS.

Poiché l’Inps effettua il pagamento della pensione annua  in tredici mensilità, nel prossimo mese  di giugno 2022 l’Inpgi procederà a rideterminare il rateo mensile di pensione suddividendo l’importo annuo in tredici mensilità anziché in quattordici.

Conseguentemente,  per effetto di tale ricalcolo, la pensione mensile risulterà  più elevata. Pertanto, sulla mensilità di giugno saranno liquidati  gli arretrati – della pensione calcolata in 13 mensilità anziché in 14 – maturati da gennaio a maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *